Skip to content


Cinema militante all’Unione culturale

In questi giorni all’Unione Culturale di Torino si sta svolgendo un’interessante rassegna sul cinema militante italiano degli Anni Sessanta e Settanta. I due curatori, Jacopo Chessa e Annamaria Licciardello sono riusciti a riunire nella nostra città una serie di preziosi contributi e opere che raccontano le storie, la Storia di quegli anni. Dal movimento studentesco, alle lotte in fabbrica, dalle istituzioni totali alla strategia delle tensione e della repressione.

Vi segnaliamo martedì 24 maggio alle ore 20.30, una serata dedicata al Femminismo, con due opere del Collettivo Femminista di Cinema. La prima del 1971, si intitola “Aggettivo donna”, la seconda del 1973 “La lotta non è finita”. La proiezione sarà preceduta da un incontro con la storica Elena Petricola e da un nostro contributo, come Collettivo MeDeA. Vi aspettiamo!

A questo link il programma della rassegna: Prima della rivoluzione: cinema militante italiano ’60-’70

Posted in femminismi, iniziative.


No Responses (yet)

Stay in touch with the conversation, subscribe to the RSS feed for comments on this post.



Some HTML is OK

or, reply to this post via trackback.