Skip to content


MARIJA GIMBUTAS: un altro mondo è già stato

Riceviamo e volentieri segnaliamo.

Sabato 11 febbraio, al NoWay Squat di via Asinari di Bernezzo 21/a , dalle ore 16, un pomeriggio dedicato ai temi del femminismo anti-specista. Oltre alla presentazione della rivista Veganzetta, è in programma la proiezione del documentario SIGNS OUT OF TIME, di Donna Read e Starhawk (2004). Il documentario ripercorre la vita e l’opera dell’archeologa lituana Marija Gimbutas (1921-1994) auto-finanziato da un gruppo di sue amiche e collaboratrici a 10 anni dalla sua scomparsa.
Una bella occasione per riscoprire o conoscere il viaggio ostinato di una delle donne che contribuirono a mettere in crisi la narrazione logo-fallocentrica e autorefenziale della storia dell’Occidente. In soli 10 anni ( tra il 1967 e il 1978) la Gimbutas, conducendo scavi nel bacino del Danubio, nei Balcani – in Macedonia e in Tessaglia – e in Puglia, scoprì e decifrò i segni un altro mondo, la civiltà dell’Antica Europa, che parlava una lingua femminile prima delle invasioni indoeuropee. Prima che le muse fossero piegate a cantare l’ira virile di Achille, prima del dispotismo miceneo, prima della segregazione del femminile nella Grecia  “culla della civiltà” che abbiamo imparato a scuola, prima che il divino si trasferisse dalla terra al cielo, e che Zeus esiliasse nell’oblio  la Dea Madre, proiettando sul mondo un modello verticale del potere e dei rapporti sociali e tra i generi, prosperò una società policentrica, dagli insediamenti privi di fortificazioni. Più che matriarcali – termine che suggerisce un modello di potere specularmente simile al patriarcato, le società della Vecchia Europa erano infatti matrifocali, caratterizzate da rapporti fluidi tra i generi (vi erano ad esempio diffusi i visiting marriages) e socialmente orizzontali ( le necropoli non conoscevano distinzioni di rango nelle sepolture).
Un bel modo per ricordarci che il patriarcato e le gerarchie sono costrutti sociali modellati dalla storia e non enti di natura consegnati all’eternità.

http://piemonte.indymedia.org/article/14055

Posted in antispecismo, femminismi, iniziative, recensioni, storie di donne.


No Responses (yet)

Stay in touch with the conversation, subscribe to the RSS feed for comments on this post.



Some HTML is OK

or, reply to this post via trackback.