Skip to content


Dalla Valsusa alla Palestina: lotte e pratiche di donne

DOMENICA 18 DICEMBRE ORE 15.30 DIBATTITO c/o la consultoria autogestita in via dei transiti 28 a Milano

SGUARDI DI GENERE: LOTTE E PRATICHE DI DONNE DALLA VAL DI SUSA E DALLA PALESTINA      

In un’era definita di globalizzazione, il territorio rimane una questione centrale. mentre il neoliberismo cerca di darsi una facciata “ecologica” ed “ecosostenibile”, la trasformazione, l’inquinamento, la devastazione e la militarizzazione di innumerevoli territori non si ferma: anzi, assume solo il nome di “progresso”.

Noi vogliamo dare uno sguardo di genere alle lotte e alle pratiche di resistenza che avvengono in questi territori.
in particolar modo a quelle delle  donne che in val di susa e in Palestina lottano in modo radicale per la difesa dei propri territori, per l’autodeterminazione e per  un idea e una pratica di autogestione e qualità della vita differenti da quelli esistenti. un filo rosso, che ci mostrerà le tante analogie tra due lotte distanti geograficamente, ma molto vicine sotto altri aspetti.

INTERVERRANNO COME RELATRICI COMPAGNE DELLA VAL DI SUSA E COMPAGNE PROVENIENTI DA ESPERIENZE DI CAMPI PROFUGHI DEL LIBANO E DELLA PALESTINA.

A SEGUIRE APERITIVO E CANTASTORIE DALLE PREALPI (canti di lotta e sulla val di susa)

*Organizza IL GRUPPO REFE (relazioni femministe tra Genova, Torino e Milano)

Posted in autodeterminazione, femminismi, iniziative, no tav, palestina, resistenze, storie di donne.


2 Responses

Stay in touch with the conversation, subscribe to the RSS feed for comments on this post.

  1. ilGrandeColibrì says

    A proposito di vicende mediorientali, vi segnalo una vicenda, quella di tre associazioni francesi che hanno organizzato un viaggio in Terra Santa, che mi sembra esemplare delle questioni più importanti che oggi dividono gli attivisti per i diritti umani: Il pinkwashing divide

Continuing the Discussion



Some HTML is OK

or, reply to this post via trackback.