Skip to content


Lo strano caso del verme che rimase verme e non si tramutò mai in farfalla

… appartiene a un partito che pubblicizzava il proprio quotidiano con un bel sedere in minigonna sui manifesti … magari ci scappa la palpatina, in fondo se vai in giro così è il minimo che ti può capitare e poi la palpatina, la toccatina … su! e che sarà mai! Soprattutto: la puoi provare? …

… subisce una fascinazione per le divise seconda solo a quella di Saviano … forse da bambino sognava di fare il carabiniere … del resto vuoi mettere la soddisfazione di poter fare direttamente quello che per anni ti sei limitato a sollecitare da una tastiera … pugno duro, carcere duro, PM duri …

… Joy si sarà inventata lo stupro nel Cie, in fondo se vai alla guerra …

… a Bolzaneto nessuna è mai stata molestata, in fondo se vai alla guerra …

… firma con una mano una mozione per la piena applicazione della legge 194 e con l’altra sostiene un governo che taglia scuola sanità trasporti, tutte cose che evidentemente con le donne non hanno nulla a che fare …

… chissà se ha scritto un tweet in solidarietà con la ragazza norvegese condannata a Dubai dopo aver denunciato di essere stata violentata da un collega … lei certo non se l’è inventato … in fondo mica è andata alla guerra …

… ha imparato molto bene la lezione del femminismo classista e perbenista che divide tra le donne ammodo e tutte le altre, le veline mute, le puttanelle del signor B., le escort, le prostitute e adesso le teppiste della Val di Susa … tutte ugualmente molestabili, tutte disponibili, così poco dignitose, loro … così poco onorevoli, loro …

… si stupisce del silenzio delle donne … decide quando e a favore di chi dobbiamo parlare … tanto se Marta non ha mentito ed è stata davvero molestata lui è pronto a scusarsi …

… vent’anni fa – o giù di lì – nei corridoi dell’università di Torino ti fermava, ti guardava proprio in quel punto … altezza tette … e ti diceva:” ma questo è un vestito da riot- girl? Ma lo sai che ti sta proprio bene?” … oppure, rivolgendosi ai tuoi capezzoli:” proprio interessante il tuo intervento, dovresti prendere la parola più spesso, sei bella e intelligente, tu!” …

verme allora, verme oggi.

 Esposito, noi parliamo … parliamo con Marta, con Joy, con le torturate di Bolzaneto, con le compagne che non avrebbero dovuto ricordare Giorgiana Masi, con quelle che ancora si ostinano a pretendere di decidere sul proprio corpo, che si prendono botte e manganellate per uno striscione, che stanno fuori dal tribunale mentre dentro viene processato uno stupratore in divisa, che vengono licenziate, picchiate, umiliate …

 … non ti permettere di usare le donne, di accostare il termine donna, una qualsiasi donna, nella stessa frase con parole come molestie e invenzione …

 Esposito, le farfalle sono libere, leggere, colorate e guardano i vermi che sono piccoli piccoli … li guardano dall’alto perché le farfalle volano!

 Le farfalle siamo noi, chi è il verme?

 Le compagne del collettivo femminista MeDeA

Posted in no tav, repressione, violenza di genere.

Tagged with , , .


One Response

Stay in touch with the conversation, subscribe to the RSS feed for comments on this post.

  1. annina says

    brave! PORCO DIO, BRAVE!!!



Some HTML is OK

or, reply to this post via trackback.