Skip to content


La strage delle innocenti

Questo articolo è comparso sull’Espresso qualche settimana fa. Lo potete leggere per intero a questo link. E’ una denuncia degli aborti e degli infanticidi selettivi, ovvero di quante bambine vengono “soppresse” in quanto femmine in giro per il mondo.

Senza donne quindi Soprattutto in Asia, ma anche nei Paesi del Caucaso e in Albania. Ne mancano all’appello 160 milioni. Con il risultato che, nei prossimi 40 anni, tra il 15 e il 20 per cento degli uomini non potranno sposarsi, avere una famiglia e dei figli. E’ il frutto di un perverso intreccio tra la cultura che vuole a tutti i costi un figlio maschio, della possibilità di stabilire subito il sesso del nascituro e di una politica di determinazione del sesso attraverso l’aborto. Ed è la fotografia offerta dalla lettura di “Unnatural Selection: Choosing Boys over Girls and the Consequences of a World fullof Men” della giornalista americana Mara Hvistendahl.

Articolo interessante dunque, ma fate bene attenzione e guardate che immagine accompagna il brano. Una donna seminuda portata via su un carrellino come fosse un manichino da alcuni uomini in abito da sera.

Qualcuna/o di voi riesce a spiegarci il nesso tra il contenuto dell’articolo e l’immagine proposta a commento?

Posted in corpi, immagini sessiste, rubriche, sessismo, violenza di genere.


No Responses (yet)

Stay in touch with the conversation, subscribe to the RSS feed for comments on this post.



Some HTML is OK

or, reply to this post via trackback.