Skip to content


Sonia

Dal GLF – GRUPPO DI LAVORO FEMMINISTA, ROMA
contro i Cie e contro il controllo sociale

Sonia viveva in Italia da 24 anni, aveva quattro figli, due appena maggiorenni, due ancora piccoli.
Perchè parliamo al passato?
Perchè Sonia non è più qui. E’ stata deportata in Tunisia, l’altro ieri all’alba.
Ci vuole poco per diventare irregolari, basta poco per perdere il permesso di soggiorno, nonostante i venti e più anni in Italia, nonostante i figli, nonostante tutto.
Ci ha telefonato alle 5 e mezza di mattina dicendo “aiutatemi, mi stanno portando via” e noi non siamo riuscite a fermare la macchina inesorabile della deportazione.
Quando mai avrà i soldi per tornare,da regolare o da irregolare, quando mai i suoi figli avranno i soldi per poterla rivedere!
Ma, niente paura, li avrà presi in carico qualche benefica associazione cattolica, di volontariato o della così detta sinistra.
Ma Sonia non è la sola, le Sonie sono tante e vengono internate, maltrattate, umiliate ogni giorno, tutti i giorni.
Lo Stato sfrutta, poi reprime, poi espelle e finanzia le associazioni. Il cerchio è chiuso.
E poi si lava la faccia andando con i suoi deputati di destra e di sinistra, con i giornalisti, con i rappresentanti delle associazioni a visitare i Cie.
I Cpt/Cie sono stati creati con la legge Turco-Napolitano, ma Livia Turco è andata a visitare il Cie di Ponte Galeria. Forse voleva vedere come funzionava la sua creazione. Funziona bene, glielo garantiamo!

Il sistema fa i propri interessi, ma è supportato da tutte/i quelle/i che non vedono e non sentono, che coltivano le proprie convenienze, che fanno i distinguo, che hanno paura.
La paura è legittima, e c’è da avere paura perchè questa è una società violenta, cattiva e vendicativa specialmente nei confronti delle/dei dissidenti e delle/dei non omologate/i.
Basta non nascondersi dietro parole come democrazia,convivenza civile,costituzione, legalità….
Questa società è irriformabile, non abbiamo altra strada che cercare di costruirne un’altra.

glfroma@autistiche.org

Posted in comunicati/volantini, migranti, no cie, pensatoio, resistenze.


No Responses (yet)

Stay in touch with the conversation, subscribe to the RSS feed for comments on this post.



Some HTML is OK

or, reply to this post via trackback.